Sicurezza

Quanto è sicura la telefonia IP?

lead-image-lösungen-1740x740

A decorrere dal 31.12.2017 la rete fissa tradizionale (analogica, ISDN) verrà disattivata sull’intero territorio svizzero per lasciare il posto a All IP, un’unica rete della prossima generazione per ogni forma di comunicazione e scambio di dati. 

Rispondiamo alle più importanti domande sulla tecnologia IP:

  • Chiediamoci invece: quanto è sicura la telefonia tradizionale? È relativamente semplice intercettare le chiamate, i film di spionaggio ce lo hanno insegnato. La telefonia IP offre molte più possibilità tecniche per nascondere il flusso di dati a orecchie indiscrete. La codificazione ne è solo un esempio. A conti fatti, la telefonia tramite Internet è sicura esattamente quanto lo richiede l’utilizzo che ne fate. La sicurezza di base è già alta. Con opportuni investimenti e un potenziamento della tecnologia, la sicurezza delle conversazioni, ad esempio con banche e studi legali, può essere ulteriormente aumentata. In questo modo le conversazioni diventano più sicure che con i collegamenti telefonici tradizionali.

    Con Sunrise inoltre il traffico telefonico non transita sulla rete Internet pubblica, bensì su una rete privata (IP-VPN). Una IP-VPN è protetta in sé dagli attacchi esterni tramite apposite infrastrutture.
  • In tutta onestà: qualsiasi infrastruttura ICT è vulnerabile agli attacchi degli hacker. Gli impianti telefonici nel cloud si trovano però nei centri di calcolo altamente protetti di Sunrise, la cui sicurezza è certificata e che soddisfano gli standard più elevati, gli stessi richiesti dalle banche. L’impianto telefonico nel cloud è inoltre generalmente monitorato: in caso di evidenti scostamenti dal traffico telefonico abituale l’impianto viene bloccato e il cliente informato.
  • Tecnicamente sì. A meno che i flussi di dati non siano codificati e viaggino su collegamenti protetti (ad es. VPN) in tutte le sedi dell’azienda. Ma non è solo una questione tecnica: la fiducia si costruisce attraverso una politica aziendale sulla sicurezza.
  • Finché i collaboratori scrivono le loro password su Post-it o inviano link di Dropbox senza riflettere su che cosa stanno condividendo, la telefonia IP è davvero l’ultima preoccupazione. Tanto più che grazie ad accorgimenti tecnici può essere resa molto sicura.
  • Scegliendo apparecchi sicuri, conformi ai più recenti standard di sicurezza WLAN (WP2, IEEE 802.11i). Attivando funzioni per l’autenticazione e la codificazione. Solo così si impedisce a utenti non autorizzati di accedere alla rete IP. Uno speciale firewall VoIP è in grado di riconoscere modelli di chiamata insoliti e dà l’allarme se sospetta un attacco. Utilizzate un collegamento Internet separato per il vostro sistema VoIP. Le VPN (Virtual Private Network) offrono un elevato livello di sicurezza. Si tratta di una tecnologia per creare un flusso di dati non visibile dall’esterno tra destinatario e mittente. Alla fine anche per il VoIP vale lo stesso principio applicabile a qualsiasi sistema computerizzato: installate sempre i software antimalware più recenti e mantenete aggiornati tutti i sistemi.
  • I collegamenti analogici e ISDN nella rete fissa tradizionale ricevono la corrente dalla rete pubblica (alimentazione da remoto). Con la telefonia IP questo non è possibile, perché la corrente non può essere trasportata in pacchetti di dati... Per evitare interruzioni della corrente, gli impianti telefonici IP e il router hanno bisogno di un’alimentazione d’emergenza efficace e sicura, ad esempio con gruppi elettrogeni d’emergenza o gruppi di continuità.
  • In tal caso anche il telefono non funzionerebbe più, ma continuerebbe a funzionare la rete All IP di Sunrise, dando così la possibilità di deviare le chiamate sui cellulari. In sostanza: i collegamenti Internet critici per l’azienda dovrebbero sempre essere installati in modo ridondante. Se ad esempio la rete fissa IP non funzionasse, dovrebbe avvenire una commutazione automatica sulla rete di telefonia mobile o su un altro provider.