Il nostro contributo per l’ambiente e la protezione del clima

Nel settore ambientale Sunrise si concentra sull’energia e sull’efficienza energetica, fornendo così un contributo significativo alla protezione del clima.

Efficienza energetica
L'efficienza energetica gioca un ruolo chiave nel guidare lo sviluppo sostenibile con l'uso limitato di risorse esauribili.

Sunrise valuta la propria efficienza energetica nell'ambito di un accordo volontario sugli obiettivi di efficienza energetica con la Confederazione Svizzera, e nel 2018 ha avviato diversi sforzi per migliorare la propria efficienza energetica. La maggiore fonte di emissioni nocive che Sunrise può influenzare direttamente dipende dal consumo diretto di energia elettrica, di cui oltre l'80% è attribuibile all'infrastruttura di rete. A tal fine, l'azienda ha installato sistemi di condizionamento dell'aria più efficienti e ha aggiornato gli alimentatori presso le sedi delle antenne per ottimizzare il consumo di energie. Fino ad oggi, questi sforzi hanno portato a risparmi complessivi fino a 212 945 kWh di energia elettrica all'anno. Nonostante la rapida crescita dell'utilizzo dei dati e l'aumento delle prestazioni della rete, negli ultimi cinque anni il consumo totale diretto di energia elettrica presso Sunrise è aumentato solo leggermente.

 

Obiettivi di consumo energetico e di efficienza
Definendo degli obiettivi di efficienza energetica, Sunrise cerca di rendere misurabili e valutabili i suoi sforzi per la tutela dell'ambiente. L'obiettivo è di aumentare l'efficienza energetica di almeno il 13,5% (sulla base dei livelli del 2012) entro il 2020, come parte dell'accordo volontario sull'efficienza della società con il Governo federale svizzero. Dato che Sunrise ha già aumentato l'efficienza energetica di oltre il 12% nel 2018, è molto probabile che superi l'obiettivo originariamente fissato nel 2012.

 

Protezione climatica
L'impronta ambientale di un'azienda è una misura importante che può aiutare a determinare l'impatto delle sue attività sul clima. Il 2016 è stato il primo anno in cui Sunrise ha calcolato la sua impronta ambientale. Inoltre, Sunrise ha aderito al Carbon Disclosure Project nel 2018 per continuare a migliorare il suo reporting.

L'analisi dell'impronta ambientale ha incluso i fattori rilevanti su cui la Società ha un controllo diretto: le emissioni di gas serra da combustibili e carburanti e il consumo diretto di energia elettrica (Ambiti 1 e 2). Non sono state incluse nei calcoli le emissioni indirette (Ambito 3), che per esempio terrebbero conto anche dell'impatto ambientale della produzione di cellulari.

Le emissioni di gas a effetto serra da combustibili comprendono la produzione di calore per uffici e punti vendita. Sunrise ha un punteggio relativamente basso in quest'area, dato che la sede centrale dell'azienda e altri edifici più grandi utilizzano il teleriscaldamento. L'apertura di diversi nuovi negozi Sunrise ha portato principalmente a un aumento delle emissioni di combustibili nel 2018. Le emissioni dei veicoli comprendono il parco veicoli di Sunrise. Nel 2018, 174 veicoli hanno percorso in media 25 750 chilometri. L'espansione del settore B2B e del suo parco veicoli ha portato a un aumento delle emissioni di CO2. L'emissione media di CO2per auto aziendale è leggermente diminuita da 128 g CO2per chilometro nel 2015 a 117 g CO2 per chilometro nel 2018. La categoria «Altre emissioni» è principalmente responsabile delle perdite di refrigerante negli impianti di condizionamento dell'aria installati presso i siti della rete aziendale.
Il consumo diretto di energia elettrica (Ambito 2) comporta la maggior parte delle emissioni di gas a effetto serra.

Come annunciato nel 2016, Sunrise ha commutato la sua fornitura di energia elettrica al 100% in fonti di energia rinnovabile, compiendo così un passo essenziale verso la protezione del clima. Nel 2018, oltre il 75% della quota totale di energia rinnovabile era di origine domestica, essendo l'energia idrica la fonte di energia rinnovabile più utilizzata. Questa misura di protezione del clima ha avuto un impatto importante sull'impronta ambientale: nel 2017, le emissioni in Ambito 2 sono state ridotte di quasi del 90%. Nel 2018, le emissioni di Ambito 2 sono leggermente aumentate a causa dell'aumento del consumo di elettricità nei siti della nostra rete.
 

 

Rifiuti e riciclaggio
I rifiuti e il riciclaggio, un argomento molto rilevante è un aspetto importante per Sunrise al fine di soddisfare le aspettative dei suoi clienti e delle altre parti interessate per una corretta gestione ambientale. Una solida visione del ciclo di vita del prodotto può migliorare l'attrattiva dei prodotti agli occhi dei clienti Sunrise.

Nel campo dell'ecologia di prodotto e dell'economia aziendale, Sunrise ha in atto diverse iniziative per ridurre i rifiuti e migliorare il riciclaggio dei propri prodotti. Dal 2015, Sunrise offre un programma di recupero per cellulari e tablet. L'azienda ha proseguito il programma nel 2018, riprendendo un gran numero di telefoni cellulari e tablet per un corretto riciclaggio o ricondizionamento. Sunrise dispone anche di un programma di ricondizionamento per Sunrise TV e Internet Box restituiti dai clienti. L'obiettivo di questo programma è quello di aumentare l'utilizzo di questi hardware e allo stesso tempo di ridurre i rifiuti elettronici.

Un approccio all'avanguardia all'ecologia degli uffici può aiutare Sunrise a migliorare l'attrattiva in qualità di datore di lavoro. La digitalizzazione è quindi un importante motore verso un'ecologia d'ufficio sostenibile. Con il passaggio alla nuova sede centrale nel 2019, Sunrise cerca di ridurre al minimo il consumo di carta e gli sprechi offrendo ai suoi dipendenti un'esperienza di lavoro moderna, senza carta e digitale. Come parte integrante del nuovo luogo di lavoro, Sunrise ha inoltre sviluppato un concetto di riciclaggio all'avanguardia per la nuova sede centrale nel 2018.